Tab_Ularasa – 2 mani e una pipa – recensione di Andrea Valentini

Il professor Tab_Ularasa è ormai da qualche lustro un meraviglioso fenomeno deviante/deviato dell’underground più puro e sotterraneo, avulso da parrocchie di genere. Un vero artista outsider, che sforna musica a fiotti in rigido regime di autoproduzione (la Bubca è sua, anzi: è lui) al 100%, con un’idea di musica che mixa la psichedelia più acida di Barrett, il lo-fi ruspante, la riscoperta del bambino interiore e uno sguardo tanto selvatico quanto maturo sulla realtà del quotidiano. Le canzoni-filastrocca di Tab_Ularasa sono ipnotiche, si ficcano in testa e non se ne vanno neppure con un esorcismo: il suo pop-psych sgangherato per chitarra, voce e gingilli vi infetterà, se siete disposti a imbarcarvi in questo viaggio ammaliante. Astenersi “riccardoni” e fanatici da conservatorio.

Andrea Valentini

disegno di Mario Bianchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...